Tu sei qui

Doppio appuntamento: un sabato in castello e in teatro a Costigliole d’Asti

  • Doppio appuntamento: un sabato in castello e in teatro a Costigliole d’Asti.

Sabato 23 febbraio alle ore 17  nelle sale del castello di Costigliole d’Asti si terrà la presentazione del libro “Panda Rei” (editrice bookabook), un evento collegato alla mostra “Stanze Attigue” che rimane visitabile ogni sabato pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18,  la domenica mattina dalle ore 10 alle ore 12.30 ed il pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18 (Info: +39 348 1387521).

Panta rei, tutto scorre. Panda rei, tutto corre a bordo di una piccola utilitaria che percorre strade per portare nelle case cura, assistenza e accoglienza. Un cavallo per lo sceriffo, una Panda per l'infermiera. Di collina in collina, di visita in visita, prende forma un almanacco di umanità: malattie e speranza, paura e sorrisi. Ogni viaggio si trasforma in un racconto sulla punta delle dita, ogni casa in un teatro. E forse solo la narrativa può restituire, almeno in parte, il sapore di ciò che accade. Presi la mia macchina, la mia Panda e corsi via da quella casa, da quella storia, da quell’uomo che non avrei più rivisto. Panda rei, tutto corre quando l’urgenza non è salvare qualcuno ma salvare se stessi. Sette minuti sono davvero pochi, ma moltiplicati per cento persone sono una lunga storia fatta di parole, di sguardi, di gesti e di considerazione umana. 

Laura Binello, infermiera di Castagnole delle Lanze in provincia di Asti, con la passione del nursing narrativo con trent’anni di attività professionale trascorsi tra le corsie di un ospedale e le colline di un territorio abitato da anime da curare non solo con i farmaci, una passione per l’infermieristica trasmessa attraverso i suoi racconti, esperienze uniche capaci di regalarci un’emozione. Laura Binello nasce ad Asti il 22 giugno 1964 sotto il segno del cancro. Oltre a esercitare la professione d’infermiera da un trentennio (lavora presso la Soc Diabetologia dell’Ospedale Cardinal Massaia di Asti, è diventata scrittrice da circa tre anni), è da sempre legata al mondo delle parole e della scrittura creativa. Docente di medicina narrativa e blogger per passione, coniuga l’arte del prendersi cura con la terapia delle parole, promuovendo la cultura della narrazione anche come percorso di consapevolezza nell’esperienza della malattia. Madre felice e innamorata della vita, vive in un piccolo paese, Castagnole delle Lanze, a cavallo tra le Langhe e il Monferrato, insieme alla sua gatta Nunu, musa ispiratrice di molte sue parole. Nel 2016 pubblica il primo libro “Panda rei” (edizioni Bookabook Milano), collocandosi in breve tempo nel panorama letterario vicino alla medicina narrativa, vincendo numerosi concorsi letterari in materia di “medical humanities”. Attualmente collabora con testate giornalistiche  e piattaforme online di salute e medicina, e si occupa di laboratori creativi di nursing narrativo agli studenti dei corsi di Laurea Infermieristica in Italia e all’estero.

Sempre sabato 23 febbraio, alle ore 21 al teatro comunale di via Roma andrà in scena lo spettacolo “Il mercante di monologhi” di e con Matthias Martelli, musiche Matteo Castellan, scenografie Officine Creative e regia Domenico Lannuti, presentato da TEATRO DELLA CADUTA.

Matthias Martelli è un attore emergente del panorama italiano, già vincitore di alcuni premi, che attualmente sta lavorando tra gli altri con Eugenio Allegri, maestro e attore noto al pubblico costigliolese e nazionale. Divertente, folle, visionario, Matthias Martelli si presenta al pubblico come un vero e proprio giullare contemporaneo: un Mercante che, accompagnato dal suo antico carretto di legno rigon o di vestiti e con la sorprendente complicità delle note del maestro Castellan, mette in vendita una merce speciale, surreale quanto necessaria… Monologhi! E così giacche e cappelli, una volta indossati, diventano protagonisti della scena dando vita a una delirante galleria di “mostri contemporanei”: dal politico al professore di antropologia a Don Iphone, predicatore delle nuove tecnologie, fino al delirio finale in cui il Mercante si trasformerà in pochi minuti in una moltitudine di personaggi. 

A seguire dopoteatro nella Cantina dei Vini sottostante il teatro. Info: tel. 339.2532921, www.teatrodegliacerbi.it,  facebookteatro.degli.acerbi.

Si potrà anche visitare la mostra “Luce D’Elettrodo” di Agnese Cattani nella vicina sala polivalente dell’Unione Collinare Tra Langa e Monferrato.